WWDC13 ed intelligenza artificiale

Il 10 giugno 2013 si è svolto l’Apple WWDC (http://www.apple.com/apple-events/june-2013/): per chi è un pó Geek e usa prodotti della mela morsicata (come il sottoscritto) non ha di certo perso l’appuntamento!

Quest’anno c’è stato un interessante spunto di riflessione nel keynote iniziale, anche se è stato presentato sotto forma di gioco. Mi riferisco alla primordiale esecuzione di intelligenza artificiale comandata da iPhone vista all’apertura del keynote: semplici automobili giocattolo si sono viste in azione percorrendo una pista. Fin qui, nulla di eccezionale. Dopo i primi minuti è stata introdotta una nuova automobilina, più veloce di quelle precedenti ma in grado di superare e schivare le altre AUTONOMAMENTE! Ma le sorprese non sono finite: tolto il comando “safe mode” questa automobilina ha “pensato” come buttare fuori strada le altre senza che la stessa finisse fuori strada! Mi sono venute subito in mente la teoria delle tre leggi della robotica (teorizzate dallo scrittore Isaac Asimov) ed il mitico fumetto “Io robot” di Nathan Never che ne ha sviscerato i principi e le contraddizioni.

Ma tornando con i piedi per terra, il collegamento più interessante è con le Senseable Cities teorizzate dall’architetto Carlo Ratti: città che “sentono” la presenza umana, città in cui le macchine si guideranno da sole. Non è un futuro così lontano come si pensa. Lo abbiamo visto. Certo, magari ci vorrà qualcosa di più potente dell’attuale iPhone per comandare le automobili (ma magari basterà quello futuro…), ma pensare a delle automobili che si pilotano senza l’ausilio dell’uomo, non fanno incidenti (no assicurazioni? Sarebbe perfetto!), ti avvisano per partire ed arrivare in tempo ad un appuntamento dopo aver analizzato le condizioni del traffico e del tempo… Saliremo in macchina e ci potremo guardare un film, giocare all’ultimo videogame uscito, dormire, leggere, finire di far colazione, informarsi… Certo, il piacere di guidare scomparirà, ma penso che sia un sacrificio facilmente sopportabile di fronte ai vantaggi ma soprattutto al guadagno di tempo, la quarta dimensione che noi tutti percepiamo e misuriamo oltre alle classiche tre dimensioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...