Calibrazione della batteria di un MacBook: serve? Aggiornamento di fine 2016

Come promesso, ho portato avanti la mia personale ricerca per stabilire se la calibrazione della batteria del MacBook è utile o no.

Ci siamo lasciati ad inizio giugno con queste parole:

Ho intenzione di apportare una modifica all’ultimo punto della procedura: una volta che il portatile sarà completamente scarico ed atteso il tempo necessario, cercherò di caricare il portatile tenedolo spento, senza usarlo. Infatti, precedentemente, ho usato il portatile una volta in carica alla bisogna.

In sordina, ho deciso di rendere più chiaro il risultato, scegliendo di non calibrare la batteria da giugno fino a ieri: in pratica ho usato la batteria in modo mooooooolto sportivo; collegavo il caricatore al MacBook quando ne avevo bisogno o quando ne avevo tempo, usandolo durante la ricarica e staccando il caricatore solo a carica completa. Unica avvertenza: cercare di non far comparire l’icona rossa della batteria nella menu bar, come ha spiegato Nicola nel suo commento di questo articolo.

Quindi, prima di procedere alla calibrazione della batteria, ho provveduto a valutare l’andamento della carica della batteria visualizzando il grafico offerto dalla comoda app Coconut Battery 1

Il risultato mi sembra del tutto in linea con l’andamento del resto del mondo.

MBPr 13" prima della calibrazione fine 2016

A questo punto ho aspettato che si scaricasse nuovamente la batteria, togliendo il segno di spunta dall’opzione Metti in stop i dischi rigidi quando è possibile 2 ed usando il MacBook fino al punto del totale spegnimento.

L’ho lasciato riposare cinque ore.

Dopodichè l’ho messo in carica, senza però aprire il coperchio superiore del MacBook fino a quando il led del MagSafe 2 non è passato al colore verde 3.

Ho nuovamente incasellato il risultato nel grafico offerto da Coconut Battery.

MBPr 13" dopo calibrazione fine 2016

Il risultato mi sembra notevole, nel senso che rispetto a tutti gli altri risultati, questo è quello che si è discostato di più rispetto al risutato atteso ed è quindi degno di nota.

Andare avanti

Vorrei tirare delle conclusioni, ma…

Sembrerebbe che la procedura funzioni, rispetto al normale utilizzo sportivo. Ma credo che sia troppo presto per tirare le fila di tutto questo discorso, almeno per quanto riguarda questo modello di MacBook Pro 13″r (mid 2014): per il MacBook Air 13″ (late 2010) la conclusione è parsa molto più lampante, come si può notare dai risultati pubblicati nel 2015.

Non mi rimane che portare avanti l’esperimento: mesi di utilizzo sportivo e calibrazione.


  1. qui ho spiegato come fare. 
  2. mi chiedo se questa opzione serva ancora con i moderni SSD: entreranno in stop come i vecchi, vetusti, hard disk a dischi rigidi
  3. ehm… come si potrà fare con il nuovo MacBook Pro (late 2016) con Touch Bar? Mah… 
Annunci

8 pensieri su “Calibrazione della batteria di un MacBook: serve? Aggiornamento di fine 2016

    1. Grazie Sabino! In effetti non ci avevo mai riflettuto ad oggi, forse anche perché forse tendo a “fidarmi” troppo di mamma Apple: opzione del tutto inutile, quindi, con gli SSD!

  1. Il decadimento delle prestazioni della batteria con il tempo è inevitabile, e la tua è comunque nel segmento superiore della serie statistica, ad occhio vicino all’ultimo/penultimo decile (insomma, l’80-90% delle batterie fanno peggio). Facci sapere cosa succede fra qualche mese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...